Alcalinizzatevi!

da 17Mag2019

Alla ricerca della felicità

Dopo tutto questo scientismo è ora di tornare a parlare come mangiamo, per restare in tema. È stato necessario attraversare tante nozioni per potersi finalmente descolarizzare, così come è necessario attraversare la notte per raggiungere l’alba. Ci hanno insegnato molte cose sui banchi di scuola, cose che chiunque di noi ha pensato che nella vita reale non sarebbero servite proprio a niente! E così è stato per tantissimi argomenti, ma non per tutti. Ad esempio il mio professore di matematica mi raccontava quanto la sua materia servisse a creare certi automatismi nel cervello, automatismi che si attivano nei momenti in cui è chiamato a fare delle scelte veloci. Così capita, ad esempio, in automobile per alcune manovre istintuali che possono alle volte risparmiarci l’incidente. Oppure semplicemente il calcolo automatico che effettuiamo girando il volante in proporzione ai gradi angolari della curva: non è che ogni volta ci mettiamo a fare operazioni matematico-geometriche! Succede tutto senza bisogno di pensarci. Questo è quello che ho voluto fare parlandovi di carboidrati, grassi, proteine, enzimi, sistema digerente e compagnia bella. Non per creare degli schiavi della bilancia, ossessionati dalla calibrazione nutrizionale, ma per creare degli automatismi comportamentali che possono aiutarvi nella scelta automatica di un cibo piuttosto di un altro. Avete mai sentito parlare di quell’esperimento che è stato fatto sui bambini in fase di autosvezzamento? In pratica sono stati seduti a un tavolo in cui sono state disposte diverse tipologie di alimenti. I bambini hanno scelto di volta in volta il cibo che si rivelava essere il più consono al loro fabbisogno. Il bambino, che non è stato incantato dai media, che non ha spento i propri campanelli d’allarme, che ha ben aperto il suo terzo occhio, sa scegliere meglio di noi. Noi per riacquistare quell’istinto naturale ormai perduto abbiamo bisogno prima di disintossicarci per donare vitalità ai nostri tessuti  e spegnere l’infiammazione corporale generale. Parallelamente dobbiamo decalcificare la nostra ghiandola pineale, ghiandola situata al centro della nostra fronte, comunemente denominata “terzo occhio”. Per fare questo abbiamo bisogno di alcalinizzarci. I cibi possono si dividono in quelli che nel corpo hanno reazione acida e quelli che nel corpo hanno reazione alcalina. L’homo sapiens è un essere alcalino. La nostra saliva, le nostre urine, il nostro sangue, i fluidi del nostro corpo devono avere PH alcalino se vogliamo essere sani, se vogliamo che l’energia scorra liberamente lungo i canali del nostro corpo, se vogliamo raggiungere l’omeostasi. Un buon esempio dell’importanza dell’alcalinizzazione ce lo fornisce la medicina d’urgenza: la prima cosa che ti fanno quando entri in Pronto Soccorso è una flebo di soluzione fisiologica, che è una soluzione di sodio, il “grande alcalinizzatore”. In ospedale sanno bene che la prima cosa da fare è invertire l’acidosi, che è il motivo principale di tutte le malattie. Sappiate che frutta e verdura cruda agiscono allo stesso modo della soluzione fisiologica, ma sono molto più energizzanti e nutrienti. Alimenti al contrario acidi sono ad esempio le carni, le uova, i cereali, i legumi, la frutta a guscio, i semi, i latticini, per citarne alcuni. La nostra dieta dovrebbe essere costituita principalmente da alimenti alcalini e solo in minima parte da cibi acidi. Se noi riacquistiamo la consapevolezza di come funzioni il nostro corpo e di cosa madre natura ci offra per mantenerci sani e in simbiosi con lei, sono sicura che possiamo porre fine al condizionamento, possiamo smettere di farci male e possiamo liberare il nostro potenziale per tornare ad essere felici. Per rendervi liberi dalla bilancia ho dovuto inculcarvi delle nozioni. E non mancherò di fornirvene altre, lungo il percorso. Al vostro cervello basta ascoltarle per farle proprie. Non importa studiarle, basta leggerle con presenza. Si creeranno delle idee nel vostro cervello, che daranno il via agli automatismi comportamentali non appena si coadiuveranno agli altri fattori che vi fornirò. Ricordatevi che vi ho promesso un viaggio off-mind, oltre i confini della mente. Ricordatevi che vi ho promesso di riportarvi a casa. Ma come dice qualsiasi buon protagonista di  film, vi ci devo portare sani e salvi. Per tornare a essere liberi di quella libertà intesa come svincolo da qualsiasi manipolazione mentale, per tornare al vostro stato naturale, avete bisogno di vivere secondo natura. Avete bisogno di potervi muovere liberamente nella vita, avete bisogno di decalcificare Ajna, il sesto chackra, l’occhio che vede ciò che è invisibile agli occhi, l’occhio della vostra anima, la vostra guida. Siete esseri completi in grado di muovervi come un lupo nella sua foresta: avete solo bisogno di ricordare. Dovete risvegliarvi e rimettere in discussione tutto quello che credete di sapere, tutto quello che pensate sia vero e autentico. La causa primaria della calcificazione della ghiandola pineale è la scorretta alimentazione. Mangiare male, non solo apre le porte alla malattia, ma vi condanna a una vita infelice da pecora. Ve lo dice anche Franco Berrino che attraverso le campagne pubblicitarie ci inducono a consumare cibi che si è già provato portino ad uno stato di debolezza fisica e tristezza emotiva. Ci vogliono docili, bravi cittadini composti che si muovono dentro ai binari di un treno dalla rotta unica. Siamo come Jim Carrey in “The Truman Show”. Siamo i loro esperimenti: da sempre cercano di sperimentare dei cambiamenti di opinione pubblica. Questo succede tutti i giorni attraverso la politica, alla quale solo apparentemente siamo partecipi. Come disse Mark Twain, “se votare facesse qualche differenza non ce lo lascerebbero fare”. Aprite gli occhi! Svegliatevi! O credete che siamo al mondo per nascere, andare a scuola, cercare un lavoro per comprarci tutto quello che ci piace e aspettare la fine? La vita è altro. Non so cosa sia per te che leggi: ognuno ha la sua mission qui. Non vuoi conoscere la tua? Se la risposta è no, chiudi questo articolo e vai ad accendere la televisione, ti riporterà sulla retta via, sul destino che gli altri hanno scelto per te. Se la risposta è si, inizia oggi ad alcalinizzarti. “La fortuna aiuta gli audaci”, recita un proverbio. È così, sai? Non aver paura: fai il primo passo verso la vita e la vita ti aiuterà in quelli successivi. Intanto, alcalinizzati! E decalcifica la tua ghiandola pineale. Alcalinizzati! E imboccherai la via della liberazione dalla schiavitù. Alcalinizzati! E terrai lontana la malattia! Alcalinizzati! E raggiungerai la tanto ricercata felicità!

CHI SIAMO

il logo del blog di jenni evangelisti

Il nostro Blog Guidati da Ajna è ricco di articoli scritti in posti sempre diversi che stimolano nuovi spunti e nuovi argomenti del vivere secondo natura.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This